Turismo

Santa Croce Camerina

Vota questo articolo
(4 Voti)

Santa Croce Camerina è l’erede medievale della greca Kamarina, fondata dai Siracusani nel 598 a.C., come punta avanzata della loro politica espansionistica, dopo Akrai e Casmene. La città greca ebbe una vita tormentatissima e nel giro di tre secoli circa fu distrutta varie volte con conseguente deportazione dei suoi abitanti, giacché per la sua posizione geografica venne a trovarsi, in qualità di città di frontiera, schiacciata ora tra Siracusani e Gelesi, ora tra Ateniesi e Spartani, ora tra Romani e Cartaginesi. Dopo la distruzione operata dai Romani nel 258 a.C. la città non si riprese più, e i luoghi circostanti furono occupati da paludi e da boscaglia. L'attuale centro di Santa Croce Camerina nacque in età medievale in un luogo nel quale sorgeva precedentemente una chiesetta, fra le cui immagini sacre era Sant'Elena con la croce di Cristo. Da questa croce venne il nome al centro abitato e poi alla città moderna.

Fonte: Provincia Regionale di Ragusa

 

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta i Termini e Condizioni d'uso dei cookies.